​Verso la terapia di coppia esistono ancora molti pregiudizi: la paura che sia un estraneo ad interagire su questioni ritenute private è una resistenza inconscia verso l’apertura di un nuovo dialogo con il partner.

In realtà il fatto che sia un estraneo, e al contempo un professionista specializzato, è garanzia di imparzialità e di obiettività. Lo psicologo psicoterapeuta resta al di fuori dell’aspetto emotivo e può trattare i problemi senza coinvolgimento, cosa fondamentale soprattutto in situazioni cariche di tensione.

Terapia di coppia: verso una nuova complicità possibile

Lo psicologo psicoterapeuta non distribuisce colpe, né stabilisce chi abbia torto o ragione, ma supporta la coppia nell’ottenere una maggiore chiarezza dei problemi, una migliore capacità di comunicare, una serie di interventi volti alla comprensione della crisi.

Con la terapia di coppia vengono proposti e incentivati nuovi sistemi di comunicazione, più idonei rispetto ai precedenti schemi comportamentali adottati dalla coppia, alla gestione equilibrata e non conflittuale del rapporto affettivo, basandosi, inoltre, sulle capacità personali e risorse di ciascun partner.

Al di là della tecnica e dello psicoterapeuta, che pure sono importanti, contano innanzitutto tre cose: la volontà, la costanza e la lealtà di chi vi si affida. Nessuna terapia di coppia può dare un valido contributo alla soluzione della crisi se non ci sono queste premesse in entrambi i coniugi.

La validità dell’approccio sistemico-relazionale per la terapia di coppia

Il metodo sistemico-relazionale è particolarmente indicato nel trattamento delle problematiche relazionali in generale. Con la guida neutrale dello psicologo psicoterapeuta i partner potranno allenare l’abilità di ascolto dell’altro, rispettandone i tempi e il punto di vista, impareranno a individuare le distorsioni nel modo d’interpretarne i comportamenti, spesso correlati allo svilupparsi di dinamiche di scontro.

Inoltre lo psicoterapeuta sistemico-relazionale si propone di considerare le difficoltà sia della coppia che del singolo, in virtù della storia personale e della famiglia di origine di ciascuno dei partner, in modo da contestualizzarle e analizzarle, in riferimento delle dinamiche relazionali all’interno della coppia stessa.

Uno degli aspetti più positivi e convincenti della terapia di coppia è la possibilità di discutere in modo efficace, in un clima di rispetto e accettazione garantito dalla presenza neutrale e moderatrice del professionista.

scritto da Alessandro Lasagni, Psicologo Psicoterapeuta Sassuolo e Reggio Emilia
Se cerchi Psicoterapeuta Parma oppure Psicoterapeuta Modena può interessarti la sezione Domande Frequenti, riceverai risposte con chiarezza e onestà professionale.
Crisi di coppia : come coinvolgere il proprio partner nella terapia di coppia? ultima modifica: 2016-10-26T10:30:00+00:00 da Alessandro Lasagni